La lettera M.

(Fonte immagine: ak9.picdn.net)

20-5-2007

Mi trovo nel deserto americano con delle amiche e stiamo cercando una soluzione per aprire una stanza (o qualcosa di simile). Vicino a noi un fuoco, è notte. Quando mi giro a guardare a sinistra verso un indiano vestito in modo tradizionale con il copricapo di piume, una donna appare in lontananza, sopra un promontorio di roccia e sabbia. Inizialmente non la riconosco ma istantaneamente la distanza viene annullata e  immediatamente vedo la stessa donna dai capelli rosso rame che ultimamente viene a trovarmi nei sogni.
E' di fronte a me, il colore della sua pelle questa volta è tra il verde e il grigio, zigomi pronunciati, lineamenti armoniosi. Il taglio dei capelli è cambiato, ora porta un caschetto liscio. Un vento irreale intorno li spettina leggermente e la luce che emana sembra anticipare l'alba (energia). Mi dice qualcosa, inizia per "M", non ricordo altro ma so, dentro di me che è la soluzione di quello che sto cercando, ovvero aprire la stanza. Improvvisamente mi ritrovo di nuovo di fronte al fuoco e la scena si ripete ma lei rimane distante. Il vento su di lei muove i capelli, ripete la parola m...
Rivolta verso la sua direzione, la ascolto. Mi giro verso le amiche e dico: "forse ho la soluzione, andiamo".

Commenti

  1. "Il 13 è comunque un numero associato alla Morte e al cambiamento. La tredicesima lama dei tarocchi unisce i due concetti che non sono così separati come sembra in quanto il 13 indica cambiamento drastico che può essere sia in positivo che in negativo, così come la morte và interpretata come morte alchemica, morire a sè stessi per poi rinascere, come nei riti iniziatici. Il 13 è composto da 1 e 3 per cui, l’Uno origine di tutte le cose il tre è la conoscenza della completezza e della perfezione: i latini affermavano che “omne trinum est perfectum”. Nella corrispondenza tra l’alfabeto egiziano e le lettere del nostro alfabeto, la 13esima lettera è la M, con l’immagine della Civetta, il simbolo della ricerca nel buio , ricerca interiore. Nell’alfabeto ebraico la 13esima lettera è la Mem (la lettera M dell’alfabeto latino), essa è legata all’acqua, rappresenta il rivelato ed il nascosto. " tratto da http://www.hackthematrix.it/?p=14135?p=14135

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari