mercoledì 19 novembre 2014

Il gatto bianco.

(Fonte immagine: gattonondormirebbemaisulibromediocre.blogspot.it)

5 Gennaio 2014

1° sogno: mi trovo in una casa con delle amiche, sono loro ospite. 
Due ragazze di cui una forse dai capelli rossi. 
Passo del tempo con loro e nel pomeriggio mi siedo in una sedia di vimini molto comoda per riposare un pò.  Nel mio campo visivo (destra) entra un gatto bianco argenteo che si distende a terra, vicino a me. La pancia è molto grassa rispetto alle zampe, comunque molto bello, il suo pelo è medio lungo. 
Lo prendo e lo poso sulle mie gambe per accarezzarlo e quando arrivo alla testa, lui si mette in piedi sulle zampe posteriori.
 Ora è di fronte al mio viso ma è girato di lato. Si volta a guardarmi e piano piano il muso si trasforma nel volto di un ragazzo, cosa di cui non me ne accorgo subito. 
Quando i suoi occhi diventano più umani, anche se di colore verde quasi fluorescente, grandi e leggermente a mandorla, allora me ne rendo conto. E’ vicinissimo e lo posso osservare molto bene: la sua pelle è bianca e sottile con lentiggini e gote rosate che evidenziano zigomi molto pronunciati. I capelli sono biondissimi lunghi sino alle spalle e leggermente mossi. Sembra un elfo. 
La creatura continua a fissarmi, come in attesa che io dica qualcosa e sorride leggermente. 
Ad un certo punto gli dico: “sei tu allora…” 
Poi continuiamo a parlare ma non ricordo altro.

Il cerchio della vita.


(Fonte immagine: it.dreamstime.com)

4 Gennaio 2014

Sto pulendo della verdura, sono in piedi dietro al divano di casa, e la verdura è posizionata sulla seduta del divano.
 Nella lattuga trovo una chiocciolona e la metto da parte con una foglia per portarla poi fuori. 
Mentre faccio questo un ragno nero, non molto grande ma cicciotto, appare su di una foglia. 
Io salto un attimo perché ho un po’ paura dei ragni ma cerco di ingegnarmi per portarlo fuori senza ucciderlo. Provo a prendere un'altra foglia per farlo salire e mi accorgo che un ragnetto piccolissimo, uguale al primo, mi sale sulla mano destra e corre su lungo il braccio e scappa. 
Mi concentro sul grosso facendolo salire con attenzione sulla foglia e quando provo a spostarlo, il luogo in cui mi trovo cambia totalmente. Ora sono nel vecchio corridoio della mia prima casa  (o gli somiglia molto) e lui è li, a terra ,senza la foglia. Mi chiedo come potrei fare per catturarlo e mentre mi avvicino, 2 grandi  vespe grigio scuro (15cm circa) mi spaventano volando velocemente tra me e il ragno. Mi blocco e penso a come avrei potuto fare per buttarle fuori.
Avevo paura di loro più che del ragno. Improvvisamente una vespa vola  sopra il ragno, a pochi centimetri di distanza e con mossa fulminea da parte del ragno, la vespa viene catturata e imbozzolata. 
Lasso di tempo passato…impercettibile da parte mia. 
Il bozzolo diventa una sorta di grossa goccia bianca sopra il ragno.
 Mi sento sollevata ma ricordo bene che ce n’è un'altra…

lunedì 17 novembre 2014

La discesa della luna.


22-5-2014

All'improvviso una visione chiara e lucida:
sono in una città moderna, sto osservando la skyline dei palazzi. Un grande asteroide molto simile alla nostra Luna scende lentamente verso il terreno.
La superficie è pertrurbata da grandi escrescente rocciose.
Scorgo delle piccole luci dai riflessi blu intorno a lei, sembrano guidarla, quasi ne facessero parte.