Alleanza.


30-6-2007

Mi trovo in una casa e  sono fuori in terrazza. Guardo il cielo e alla mia destra scorgo che sta arrivando un grosso temporale,o così mi sembrava. L’ora è quella del crepuscolo.
Le nubi si stanno rannuvolando molto in fretta…innaturalmente. Ho un po’ di paura perché la sua direzione è proprio verso la mia. Improvvisamente diventa tutto nero ma riesco comunque a vedere l’angolo della casa che mi sta di fronte. Nella strada che la costeggia si sta formando un banco di nebbia, anche questo sembra proprio innaturale, molto ampio copre velocemente tutta la strada e anche oltre. Ho nuovamente paura.
Sento un rumore basso, una sorta di rombo che non comprendo fino a che non scorgo il frontale di un aereo che sta volando basso tanto quanto i lampioni. Spaventoso, si stava letteralmente schiantando contro la casa. Lo guardo attonita e impotente.
La scena è tutta a rallentatore:  vedo bene l’aereo, è un piccolo civile grigio con bande laterali color bordeaux. Le ali si incastrano letteralmente tagliando i muri delle due abitazioni che affacciano sulla strada. Ora, di punto in bianco, le nubi se ne vanno lasciando spazio ad una notte stellata. Dopo l’accaduto mi ritrovo a pensare sopra un ponte scrutando il bellissimo cielo e le sue stelle con una persona  che credo sia li con me dicendole: “guarda quelle, (indicando) nono sono stelle…sono alieni”.
Qualche attimo dopo le 3 stelle si illuminano e da lontanissime che sono le vedo muoversi velocemente (come se fosse un effetto ottico) verso di me con uno scatto a V. Un attimo dopo erano proprio alla mia sinistra, piccolissime luci brillanti. Mi fanno un dono, un anello di perline che appare nell'indice della mano sinistra. Sento di provare gratitudine nei loro confronti e il sentimento è ricambiato. 




Cambio scena: mi trovo al tavolo di un ristorante li vicino e seduta di fronte a mio padre mentre gli sto raccontando l’accaduto. Ora osservo l’anello: le perline sono di color bronzo scuro, i molti fili fanno un doppio giro sotto al dito tornado su e creando una sorta di protuberanza che a guardarla bene sembrava riprodurre il mezzobusto di una figura umana. 
Li comprendo di aver stretto un qualche legame.

Commenti

Post più popolari