Est, la creazione.

10-3-2013

3 sogni differenti che potrebbero essere comunque collegati tra di loro.


A) Sono nel mio letto e sto dormendo con a fianco il mio compagno, sogno di sognare e parlare a voce alta e dico qualcosa che ha che fare con la Regione: "non si può andare avanti così..." Il mio compagno si sveglia (realmente) e mentre va ad aprire le finestre mi sveglia dicendomi: "cosa avevi contro la Regione che borbottavi nel sonno?".

B) Sempre nella mia camera, 2 persone o meglio ombre sono sulla portafinestra (in realtà quella è una finestra ma già in un altro sogno dove uno scarabeo entra nel mio cuore, la vedevo come una portafinestra), stanno cercando di aprirla per entrare facendo molto rumore, di conseguenza mi sveglio (nel sogno) Li vedo entrare, sono una coppia. Lei ha capelli mossi oltre le spalle, lui capelli scuri corti. Parlano tra di loro senza interessarsi a me e al mio compagno che dormiamo. Vanno diretti verso l'armadio, nell'ultimo scomparto (verso il muro a nord) lo aprono e prendono una coperta/trapunta. Li sto osservando. (sogno nel sogno) Li una visione dove nel nero più assoluto appare un quadrato dai lati che si muovono tutti in senso opposto uno all'altro con un cerchio dentro che rotea in due sensi contemporaneamente. Quando torno a guardare le due figure, il loro contorno si muove avanti/indietro brillando di bianco e arcobaleno. Poi però mi altero e intimo loro di andarsene ad alta voce perchè non erano stati invitati ad entrare e mi infastidiva il fatto che prendessero le mie cose senza chiedere. Lei la chiamo Mamma. Poi li mando via.


C) Una figura umanoide alta, muscolosa dalla pelle bluastra (molto simile ai creatori del film Prometeus ma dal colore più scuro). Abbiamo un rapporto molto intimo, bello, sensuale e che andava oltre...molto difficile da spiegare a parole. Facciamo l'amore e nel momento dell'estasi finale esco dal mio corpo potendo così osservare la scena dall'alto: lui è sopra di me e le sue grandi ali (forse bianche, non ricordo) sono spiegate. E' bellissimo. (dovevo amarlo in modo davvero profondo). Cambio scena: siamo seduti ad un tavolo rettangolare, stiamo parlando, la luce sembra crepuscolare ma poi guardo il sole ed è a est, quindi l'alba. Abbiamo un rapporto molto intimo anche dal punto di vista mentale, ci conosciamo bene e ci amiamo profondamente. Giro la testa verso il sole e ad alta voce dico: "Est, la creazione" (questo pensiero a voce alta è cosciente, un qualcosa compreso in quell' istante). Lui seduto alla mia sinistra dice una parola del tipo "Kruj o Qui".
Mi giro sorpresa verso di lui come se avesse detto qualcosa che mi ha aperto gli occhi.


Commenti

Post più popolari