Guarigione a distanza.

(Font image: http://www.lastampa.it/2015/03/17/multimedia/cultura/le-librerie-pi-belle-del-mondo-una-a-torino-bgD6Kl8H3ZTfzNUsYmYfKM/pagina.html)

28-3-2018

Previo meditazione del respiro prima di addormentami, ho fatto due viaggi corti ma significativi:

Il primo è una guarigione a distanza da parte di una persona che non conosco personalmente ma che seguo tramite i social media, (R.Sardonè) una persona dalle grandi doti spirituali con la quale nel sogno sono in compagnia insieme ad altre persone. Ci troviamo in una stanza ben illuminata, molto chiara insieme ad altre persone che chiacchierano tra loro. Ad un certo punto il ragazzo mi chiama, mi avvicino e lui di nascosto dagli altri mi mette le mani sulla testa per trasmettermi dell'energia curativa.

Il secondo riguarda me e il mio compagno. Ci troviamo in un grande ambiente in penombra, fatto interamente di legno scuro e dal sapore antico. Una grande scalinata completamente in legno con colonne che sostengono il corrimano porta ad un piano superiore dove vedo diversi scaffali pieni di grossi libri di ogni genere. Ci sono alcuni posti a sedere e dei tavoli, le uniche luci sono piccole e soffuse, sembra un antica biblioteca dall'aria austera e silenziosa. Sono seduta ad un tavolo, sto leggendo qualcosa quando alle mie spalle una voce mi distrae, mi giro e vedo un ragazzo dall'aspetto normale, alto, robusto, capelli corti castani decisamente umano che si presenta come la mia guida chiedendomi "ti va bene il mio aspetto altrimenti lo cambio..." io rispondo che andava bene così, tanto non è una cosa importante penso tra me e me. Poi mi dice qualcosa a riguardo del mio compagno.

Commenti

Post più popolari