Ultimatum all'umanità.

7-11-2011

Mi trovo in un grande capannone, è quasi buio se non fosse per poche luci soffuse che filtrano dall'esterno. Mi vedo seduta ad una grande tavolata e con me altre persone a cui non posso dare un volto a causa della poca illuminazione.
Improvvisamente un rumore sordo dall'alto. 
Sopra le nostre teste appare letteralmente un enorme velivolo nero che fluttua per qualche secondo e poi ci "inghiottisce" abbassandosi su di noi lentamente. 
Una volta dentro non vedo nulla tranne alcuni finestrini (o schermi) quadrati posti sopra le nostre teste. Io ne vedo 2. 

Cambio scena: sono seduta in un sedile, alla mia destra un finestrino di cui prima non mi ero accorta e sto leggendo una lettera scritta a mano in stampatello. Potrebbe essere la mia scrittura. Guardo fuori e vedo che stiamo sorvolando un crop-circle. 


Cambio scena: sto comunicando mentalmente con i piloti della navicella mentre spiegano a tutti i presenti che se l'umanità continuerà a distruggere il  pianeta, loro dovranno fare lo stesso con noi prima che sia troppo tardi. 
Mentre stanno parlando i piloti, delle immagini che scorrono nella mia mente: vedo terra e erba verde nella sabbia con dei segni incisi dai colori più o meno intensi e quando arrivano a parlare del momento più difficile (distruzione) vedo il disegno che si solleva (tipo zolla di terra) e lasciato cadere e calpestato, come se volessero dare enfasi a quelle parole già molto dure. 
Rivedo anche la lettera che stavo leggendo, è rivolta ai potenti della terra. 

Commenti

  1. http://camminanelsole.com/il-cambiamento-del-2017-e-la-messa-a-terra-del-campo-unificato-di-coscienza-superiore-di-celia-fenn/

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari